Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Seleziona lingua

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.
ANCORA CALCIOSCOMMESSE: 17 ARRESTI. C'E' ANCHE DONI ICON_SEP Print ICON_SEP
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Varie
Written by   
Lunedì 19 Dicembre 2011 12:11

 

ANCORA CALCIOSCOMMESSE: 17 ARRESTI
C'E' ANCHE DONI

CALCIO SCOMMESSE: 17 ARRESTI

 

Non è possibile... ci risiamo!
Gli agenti delle squadre mobili di Cremona, Brescia e Bologna e del Servizio centrale operativo della Polizia (con la partecipazione delle squadre mobili di Venezia, Bari e Lecce) hanno eseguito 17 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Cremona. Tra gli arrestati ex giocatori ed altri ancora in attività, oltre all'ex capitano dell'Atalanta Cristiano Doni. Secondo le indagini tra le partite combinate vi sarebbero anche Brescia-Bari, Brescia-Lecce e Napoli-Sampdoria dello scorso anno. Al momento sono in corso accertamenti.

 

PERICOLO INQUINAMENTO PROVE - Cristiano Doni non è nuovo a queste notizie: nel Giugno scorso è stato sospeso 3 anni dalla giustizia sportiva dopo che la Procura di Cremona, nella cd "prima fase" dell'inchiesta "Last Bet" che aveva provato il suo coinvolgimento nel giro di scommesse illecite coinvolgendo anche l'ex bomber Beppe . L'accusa chiede il carcere per l'ex capitano dell'Atalanta per il pericolo di inquinamento delle prove: insieme ad  avrebbe combinato almeno tre gare dell'Atalanta nell'ultimo campionato cadetto.

 

REFERENTI - Oltre a Doni, sono finiti in carcere gli ex giocatori  Sarebbero tutti referenti in Italia dell'organizzazione, con il vertice a Singapore, dedita ad alterare i risultati delle partite.

 

L'ORGANIZZAZIONE - Il vertice dell'organizzazione sarebbe a Singapore e le basi operative nell'Europa dell'Est. Secondo la procura di Cremona, al vertice ci sarebbe un certo Eng Tan Seet, detto «Dan», che attraverso una rete di collaboratori a Singapore e nell'Europa dell'est lavorava per alterare incontri nei campionati italiani e in altri Paesi. Le scommesse, hanno accertato gli investigatori, venivano effettuate su siti internet asiatici, più sicuri in caso di controlli sulle giocate.

 

LAST_UPDATED2
 

FORM_HEADER

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH