CESENA-CAGLIARI, LO SPEZZATINO CHE NON DEVE ESSERE INDIGESTO ICON_SEP Print ICON_SEP
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Written by   
Mercoledì 24 Febbraio 2016 18:28

 

CESENA-CAGLIARI, LO SPEZZATINO CHE NON DEVE ESSERE INDIGESTO

STADIO MANUZZI CESENA

 

 

Venerdì sera (ore 21) al "Dino Manuzzi" di Cesena si gioca un match "emblematico" dell'ormai (purtroppo) famoso “calcio spezzatino”.

Tradizionalmente il match Cesena-Cagliari rimanda sempre a delicate sfide salvezza per la permanenza in Serie A. Stavolta invece si gioca per obiettivi ben diversi e per molti aspetti più difficili: il Cagliari non deve bruciare il vantaggio fin qui accumulato sulle inseguitrici (tra cui, proprio il Cesena 4° in classifica). La sfida è delicata, perché in un campionato lunghissimo come la Serie B ogni match ha risvolti psicologici importanti: al di là del divario tra le due squadre (ben 18 punti!!), al Manuzzi le statistiche non sorridono ai rossoblù. Ma non solo: il Cesena arriva da un filotto consecutivo di risultati utili non di poco conto (l’ultima sconfitta risale a più di un mese fa in casa del Brescia). Se poi aggiungiamo il classico mal di trasferta dei ragazzi di Mister Rastelli la situazione si fa più seria di quel che sembra a prima vista.

 

A questo preciso punto del campionato è importante mettere in cascina più punti possibile, guardando con un po' di diffidenza il periodo primaverile quando, con i primi "caldi", molte squadre cominceranno a crollare come birilli... e già adesso qualcuno sta mostrando i primi evidenti segni di "cedimento". Gli attuali 5 punti sul Crotone non sono nulla. I 13 sul Pescara sono più consistenti, ma ancora non sufficienti a ritenere chiusa la pratica campionato: è troppo presto... c'è ancora tanta strada da fare e non possiamo permetterci il lusso di cullarci sugli allori. Inoltre, il Crotone affronta in casa il non brillantissimo (eufemismo) e diciassettesimo Vicenza, motivo ulteriore per mantenere ampie le distanze.

 

A Cesena l'obbiettivo da raggiungere è LA Prestazione (con la "P" maiuscola), come nel 2° tempo di Cagliari-Pescara dove siamo riusciti a ribaltare una partita che sembrava ormai destinata a ben altri destini. Il sogno, manco a dirlo, sarebbero i tre punti ma il Cesena in casa sta dando del filo da torcere a chiunque. Mentalità e atteggiamento saranno fondamentali in questa sfida. Come anche la consapevolezza dei propri limiti, rappresentati purtroppo anche dagli infortuni. Infatti oltre a Dessena, sono ancora in differenziato Ceppitelli e Munari, mentre Di Gennaro e Tello si sono sottoposti a terapie. Il lungo degente Capuano è volato a Roma per una visita specialistica. Certo non una situazione ottimale per Rastelli che si trova ad affrontare la parte decisiva del campionato senza alcuni dei suoi uomini migliori... ma è proprio in situazioni come queste che si riconosce la grande squadra.

 

Non piangiamoci addosso, cerchiamo di sfruttare tutte le nostre qualità con il piglio giusto e una volta per tutte troviamo la giusta continuità di risultati: è questo ciò che serve,è questo ciò che vogliamo venerdì dai ragazzi! Concentrazione alta per non farci andare di traverso questo cavolo di spezzatino. Possiamo farcela, perché siamo sempre Una terra, un popolo, una squadra!

 

 

FORZA CASTEDDU!!!

 

LAST_UPDATED2