Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Cerca sul sito

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.

Seleziona lingua

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DOPO VERONA | Stampa |
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Scritto da FORZA CAGLIARI   
Martedì 07 Ottobre 2014 21:24

 

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DOPO VERONA

ZEMANLANDIA ARRIVERA
fai click per ingrandire

 

Dopo sei partite, che razza di Cagliari abbiamo visto fino ad oggi?
Una premessa: il bilancio è prematuro... e torneremo - quanto prima - a divertirci: serve solo pazienza perché il progetto è valido.


In generale, la squadra non è ancora al top dal punto di vista fisico, tuttavia i progressi rispetto alle prime timide uscite estice sono sotto gli occhi di tutti. Tra un mese circa inizieremo a vedere i frutti della preparazione zemaniana ed a raccogliere i primi risultati anche dal punto di vista del gioco.
Anche Zeman pare più sicuro delle sue scelte, forse perché più consapevole rispetto alle prime giornate delle caratteristiche (e dei limiti) degli uomini a disposizione. Anche questo, è un progresso non da poco!



IN PORTA, MEGLIO CRAGNO, per ora.
A differenza delle aspettative, il giovane Cragno dopo qualche iniziale incertezza sta pian piano migliorando a vista d'occhio: anche il punto più dolente delle sue prime apparizioni, le uscite, sembrano più alla sua portata: considerando che si tratta di un giocatore classe 1994 (20 anni, compiuti a Giugno) non c'è da lamentarsi troppo... specialmente se guardiamo al passato.



IN DIFESA, FORSE UN PELO MEGLIO DEL PREVISTO
Le tanto temute "goleade" degli avversari non ci sono state, ma è altrettanto vero che la difesa non ha ancora dato l'impressione di essere perfettamente rodata. Il giovane Ceppitelli (seppur fortissimo sui colpi di testa in fase offensiva) soffre troppo la marcatura in area di rigore specie sui palloni alti ed anche il compagno Rossettini pare non essere ancora calato pienamente nel nuovo ruolo di leader della difesa. Non a caso, prendiamo gol sempre da calci piazzati o palle da fermo, dove latita la necessaria attenzione... :mad:.
Sulle fasce, a destra Balzano sembra al momento una spanna sopra Pisano e dall'altra parte pare impensabile un repentino cambio di gerarchie tra Avelar, titolare sin dalla prima giornata, ed il giovane Murru.



SUPER EKDAL, CRISETIG IL NUOVO VICE-CONTI, MA IL CAPITANO E DESSENA ANCORA POCO LUCIDI
Conti distribuisce tanti palloni a centrocampo, ma ancora non è arrivata la migliore forma, come pure per Dessena. Chi invece sembra in piena forma è Albin Ekdal e ciò a prescindere dalla tripletta di San Siro: lo svedese sta giocando ad altissimi livelli da almeno un mese e non pare esserci concorrenza per lui, neppure per il giovane Crisetig che invece sembra l'uomo che ha tratto il miglior giovamento (viste le prestazioni) dall'infortunio del capitano: in quella posizione sembra infatti esserci nato.
Complessivamente però il centrocampo rossoblù non ha ancora mostrato grandi doti, anzi: spesso l'inferiorità numerica e la scarsa lucidità hanno inciso negativamente anche sul reparto offensivo, paradossalmente quello più in difficoltà.



IL REPARTO PIU' SOFFERENTE E' L'ATTACCO
La rete di Farias nell'esordio casalingo contro il Catania per la Coppa Italia ci aveva fatto sognare, ma le successive apparizioni del brasiliano non sono state all'altezza delle aspettative e Zeman se n'è accorto. Tra gli attaccanti, però è Sau quello più in difficoltà, trovandosi a giocare molto spesso spalle alla porta... cosa molto strana per una squadra zemaniana.
In realtà, nemmeno Cossu (fisicamente rinato) e Ibarbo (ancora troppo immaturo per il calcio di ZZ) sembrano in grado di vestire quel ruolo di finalizzatore che ci manca e che, almeno per il momento, il tecnico boemo non vede neppure nel giovane Longo nonostante le (brevi) apparizioni tutto sommato positive. Non bisogna far altro che avere pazienza, i gol arriveranno così come pure il gioco e le partite divertenti: bisogna soltanto abbandonare quella vecchia e deprecabile mentalità che ci ha accompagnato per troppo tempo, nel segno della perenne mediocrità.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Ottobre 2014 20:58
 

Aggiungi commento

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


Codice di sicurezza
Aggiorna