Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Seleziona lingua

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.
ALLE BUSTE IL CAGLIARI PERDE LAZZARI. SU EKDAL MANCA ANCORA L'ACCORDO ICON_SEP Print ICON_SEP
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Written by   
Sabato 23 Giugno 2012 08:42

 

 

ALLE BUSTE IL CAGLIARI PERDE LAZZARI. SU EKDAL MANCA ANCORA L'ACCORDO

 

Anche quest'anno doveva essere "rivoluzione" ed invece "rivoluzione" non c'è stata, epurazioni a parte. I sicuri partenti sono soltanto due, del nucleo storico, come fossero loro il capro espiatorio di stagioni concluse deludentemente: Alessandro Agostini e Michele Canini. Forse anche Joaquin Larrivey, che dopo 5 anni in rossoblù ha dimostrato in mille modi che con il calcio non è proprio buono, eppure è ancora qui... e in molti in città raccontano il perchè, riconducendolo a motivazioni tutte extracalcistiche e davvero scandalose. Ma in entrata, ecco che Cellino ne pensa sempre una più del Diavolo: il difensore Rossettini (che sostituirà Canini) dal Siena, forse il difensore brasiliano Danilo Avelar (che dovrebbe sostituire Agostini) che sembra essere ai livelli dell'ex brasiliano Di Fabio o peggio Bizera (fortunatamente spariti entrambi dalla faccia della Sardegna), il mancato riscatto di Pinilla e Dessena che forse (con Cellino è d'obbligo!!!) saranno riscattati a Luglio, per mettere a bilancio l'anno prossimo i due acquisti. Anzi, i due riscatti, perchè non si tratta di acquisti. Per il resto, l'incognita stadio serve a Massimo Cellino per coprire con un bel po' di fumo la mancanza di progetti seri ed anzi, minacciare la cessione di tutti i pezzi pregiati che, se qualcuno non se ne fosse accorto, è già iniziata da anni: Matri, Lopez, Marchetti, Lazzari, Acquafresca, Biondini, Jeda... tutti venduti, uno dopo l'altro, e non è ancora finita. I due principali indiziati sono Astori e Nainggolan, su cui molte squadre hanno messo gli occhi. Per non parlare di quei pochi allenatori che hanno fatto vedere qualcosa di positivo negli ultimi 10 anni: Allegri e Donadoni, cacciati entrambi di punto in bianco. Per non parlare della squadra sottratta alla sua città prima millantando di spostarsi di qualche Km (Elman) e poi per andare in un'altra, Trieste, dalla parte diametralmente opposta, praticamente inaccessibile per i tifosi, probabilmente per una strategia contro il Comune di Cagliari o chissà, qualcuno malignamente parla sottovoce di dispetti tra sindaco e Presidente, che di certo non se le sono mandate a dire nemmeno davanti alla stampa. Come dimenticare, inoltre, la questione degli abbonati che chiedono di essere risarciti, oltre che rimborsati, per un abbonamento per il quale non hanno potuto godere fin da Febbraio?
Questo è il progetto di Massimo Cellino. Questo è il Cagliari Calcio firmato Massimo Cellino: un Cagliari Calcio che litiga con tutti, amici e nemici, dice e si rimangia quello che dice, promette e non mantiene (dove sono quegli straordinari strumenti di promozione riservati ai tifosi che tanto si erano sponsorizzati all'inizio di due stagioni fa? Noi stiamo ancora aspettando... e non certamente quel Kg di pastasciutta di famiglia, che sa tanto di regalo di beneficienza più idonei ai poveri della città che non ai tifosi).

 

Dopo 20 anni, lo si può dire ormai apertamente: Cellino? BASTA!

LAST_UPDATED2
 

FORM_HEADER

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH