Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Cerca sul sito

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.

Seleziona lingua

CAGLIARI NOVARA 2-1. CELLINO SPEGNE GLI ENTUSIASMI "A PALERMO CON LO STESSO ATTEGGIAMENTO DEL SECONDO TEMPO NE PRENDIAMO SEI" | Stampa |
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Settembre 2011 09:56

 

CAGLIARI NOVARA 2-1. CELLINO SPEGNE GLI ENTUSIASMI "A PALERMO CON LO STESSO ATTEGGIAMENTO DEL 2°T NE PRENDIAMO 6"

 

MASSIMO CELLINO SPEGNE I FACILI ENTUSIASMISei punti in palio: sei in cascina. Due partite: due vittorie. E' questo il ruolino di marcia del Cagliari di Ficcadenti, alla faccia delle più rosee previsioni, ovviamente. Chi l'avrebbe detto, ad agosto? Il ritorno al gol di Joaquin Larrivey e la rete del brasiliano Thiago Ribeiro al suo esordio al S. Elia davanti al pubblico amico, sono due ulteriori elementi da tenere in considerazione. Ma non è oro tutto quello che luccica. Qualcuno storce il naso per la posizione di Andrea Cossu, defilato sulla fascia, non congeniale alle caratteristiche tecniche del furetto cagliaritano, Nenè spalle alla porta, un lavoro massacrante, che spegne il suo potenziale offensivo. Tuttavia la squadra macina gioco, ma saranno le prossime giornate a dimostrare quanto vale realmente questo Cagliari.

 

Anzi, è lo stesso presidente Massimo Cellino a smorzare l'entusiasmo: «Teniamo i piedi per terra, l'entusiasmo si è trasformato in euforia e allora lasciate che vi dica una cosa: se giocheremo a Palermo con lo stesso atteggiamento visto nel secondo tempo con il Novara, ne prendiamo sei».
Ma lo sfogo Cellino non finisce qui: «Ho visto punizioni battute male e da chi non doveva calciarle, colpi di tacco inutili, musi lunghi tra chi è stato sostituito e chi è andato in tribuna. Non mi piace. E se dopo aver segnato due gol non avessimo vinto, giuro che avrei fatto un casino negli spogliatoi».

 

Lo conosciamo bene ormai Cellino, e sicuramente non le manda a dire. Così per smorzare i facili entusiasmi non utilizza mezzi termini: «Sull'1-0, abbiamo cazzeggiato invece di chiudere la partita. Se Larrivey non avesse segnato, staremmo parlando di un pareggio. Altro che euforia da primo posto». Come dargli torto? In effetti, è successa la stessa identica cosa di una settimana fa a Roma all'Olimpico: se non avesse segnato El Kabir, staremmo parlando di 2 punti in classifica complessivi, non 6. Qualcuno obietterà: "E allora? Invece ne abbiamo sei!". Bene, allora la ricetta è soltanto una: testa china e lavoro sodo. Niente cazzate. Non siamo i più forti e non vinceremo lo scudetto. Ricordiamocelo.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Settembre 2011 10:12
 

Aggiungi commento

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


Codice di sicurezza
Aggiorna