Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Cerca sul sito

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.

Seleziona lingua

CAGLIARI-NAPOLI DA INFARTO, FINISCE 3-3. PER IL CAGLIARI IN RETE LARRIVEY, MATRI E JEDA. PER IL NAPOLI LAVEZZI, PAZIENZA E BOGLIACINO | Stampa |
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Scritto da Administrator   
Domenica 13 Dicembre 2009 13:08

Nel vedere le formazioni titolari, qualcuno sicuramente avrà storto il naso. Un Cagliari senza Jeda e la coppia Matri-Nenè dal primo minuto non è poi così "usuale". A centrocampo confermatissimo Biondini nonostante l'opaca prestazione di Palermo e Parola al posto dello squalificato Conti.
PRIMO TEMPO - La partita inizia un po' in sordina nei primissimi minuto perchè le squadre sembrano studiarsi: il Napoli perde diversi palloni facili, ed il Cagliari esce fuori con tanta grinta e determinazione. Specialmente agli inizi, la partita sembra essere fortemente condizionata da qualche spettatore che disturba continuamente De Sancits con l'utilizzo del laser, tanto che il portiere del Napoli si lamenta per ben tre volte con l'arbitro per l'accaduto.
Al 16' è il Napoli a rendersi pericoloso e su un cross dalla sinistra di Hamsik, Quagliarella va in gol ma in evidente fuorigioco ben segnalato dall'assistente lato distinti: punizione per il Cagliari e gioco che ricomincia. Il Cagliari risponde con Nenè al 20' che tira al volo sul primo palo di De Sanctis e sfiora la rete di pochissimo. Due minuti più avanti è però il Napoli a passare in vantaggio: Lavezzi dopo un'azione tutta personale lascia partire un  diagonale imprendibile che infila Marchetti alla sua destra. Napoli in vantaggio e Cagliari un po' scosso. Lavezzi guadagna anche il giallo per essersi levato la magliettina durante l'esultanza.
Il Cagliari non resta a guardare e prova a premere sull'avversario, ma il Napoli....


[DALLA HOME].....è ben disposto in campo da Mazzarri ed i rossoblù fanno fatica a rendersi pericolosi. I partenopei si difendono come possono e picchiano duro rimediando due cartellini gialli nell'arco di 10 minuti. Al 35' su azione di Nenè e Lazzari, Matri non colpisce di testa un pallone pericolossissimo sciupando un'incredibile occasione. La squadra c'è, si vede, ma è in difficoltà e non riesce a trovare gli spazi giusti. Il Napoli dal canto suo con le ripartenze di Hamsik e Lavezzi si rende decisamente pericoloso in contropiede, non a caso al 43' "El pocho" salta tre avversari in dribbling come birilli ma senza arrecare grossi pericoli alla porta difesa da Marchetti.

 

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo rinizia senza alcuna sostituzione da entrambe le parti ed è sempre il Napoli a rendersi pericoloso: al 53' è Hamsik dopo un dribbling a sfoderare un sinistro pericolosissimo che Marchetti respinge in calcio d'angolo. Cinque minuti dopo arriva la risposta di Cossu che dopo un dribbling ubriacante al limite dell'area partenopea lascia partire un tiro forte ma impreciso: il pubblico approva il tentativo ed applaude, ma è comunque un Cagliari in difficoltà che non riesce ad imporsi con ordine e reale sostanza. Arriva addirittura qualche isolatissimo fischio del solito tifoso medio abituato a vedersi le partite alla televisione, ma è la Nord a dirigere i cori verso un'unica direzione possibile: l'incitamento dei ragazzi.
Al 58' la mossa che non ti aspetti: fuori Nenè, appena ammonito, dentro Larrivey. Qui i fischi si sentono più forti ma prevalgono comunque gli applausi di incitamento per la squadra e per il neo entrato. Al 61' è nuovamente Hamsik a rendersi pericoloso che nuovamente al 64' fa partire un diagonale sul secondo palo diretto in gol: la traiettoria è chiara... ma Marchetti con le unghie sfiora il pallone di quel tanto che basta per spedirlo in calcio d'angolo. Dalla televisione non sembra, ma l'intervento ha davvero del miracoloso! Sul seguente calcio d'angolo il Napoli raddoppia con Pazienza, che sfrutta un rimpallo in area di rigore per bucare Marchetti con un bolide all'altezza del dischetto. Napoli 2 Cagliari 0 e squadra a testa bassa. Al 67' Allegri si gioca la carta Dessena al posto dell'infortunato Pisano, nella speranza di ottenere maggiore spinta da quella parte. Il Napoli tenta di spegnere la partita, che sembrerebbe avviarsi verso un finale sconsolato, ma invece è proprio in questo momento che succede quello che non ti aspetti. Sotto di due gol e obiettivamente in difficoltà, dalla Nord parte l'ennesimo coro anti partenopeo. Non è il solito coro, stavolta sembra trascinare con se una forza micidiale: segue la tribuna laterale, poi quella centrale, i distinti, la Sud... tutti in piedi a saltellare, a urlare... lo stadio diventa una bolgia... è una manna dal cielo perchè i rossoblù reagiscono all'incitamento del pubblico, che dura inaspettatamente diversi minuti, e ingrana la marcia giusta: di tutta risposta i ragazzi spingono e dopo un'ammonizione per simulazione a Matri al 75' arriva il gol del 2-1: a segnarlo è Joaquin Larrivey!!! Si proprio lui!!! Il pubblico esulta, forse un po' incredulo, e la squadra corre subito verso il centrocampo perchè sente di farcela, la spinta del pubblico ha rovesciato psicologicamente la gara ed adesso è il Cagliari ad avere una marcia in più. Il pubblico s'infiamma, ritorna alla mente il Cagliari-Napoli con Ballardini in panchina, come pure il 2-2 della stagione scorsa al S. Paolo con il pareggio al 94' di Daniele Conti. Sembra ora che ce la possiamo fare. Il pubblico si infervora e il S. Elia diventa una bolgia anti napoletana. All' 80' minuto Cossu crossa dalla trequarti al centro dell'area di rigore, interviene Matri con un colpo di testa a girare la palla va verso il paradiso e De Sanctis sfodera un tuffo prodigioso... ma la palla di Matri è più prodigiosa di lui ed è GOOOOOOOOLLLLLLLLL!!! E' il 2-2!! Il S. Elia esplode, non si capisce più niente tutti si abbracciano anche in campo... è il delirio!!! Il Napoli è frastornato, riprende la partita ed il Cagliari non si ferma, continua a spingere con l'aiuto di un pubblico eccezionale. Su un tiro di Pazienza è sempre Larrivey a rendersi protagonista, salvando sulla linea di porta!
Allegri prepara il terzo cambio all'89°: prima doveva entrare Astori, poi decide di far entrare Jeda al posto di Cossu. Il segnale per la squadra è fortissimo: Allegri ci crede. Il pubblico ci crede. Anche la squadra ora ci crede. Sull'azione che segue è Lazzari dalla trequarti a sfoderare una pennellata al centro dell'area... palla al centro, Jeda salta più in alto di tutti, sfodda una pallonata verso l'angolo alla destra di De Sanctis che resta immobile.... sono attimi infiniti... la palla verso la porta... forse va fuori... forse no... eccolo... sta entrando... è.... GOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL GOOOOOOOOOOOLLL GOOOOOOOLLLL IL CAGLIARI E' IN VANTAGGIOOOOO!!! Il S. Elia è un tripudio, un'esplosione micidiale, lo stadio è un delirio come non era mai successo prima, è la beffa per un Napoli che aveva gestito il vantaggio fino a 10 minuti prima!!
Il Cagliari è a mille, ma il Napoli non si arrende, Mazzarri inferocito manda in campo Denis al posto di Quagliarella, non ci sta a perdere: al 95' viene espulso Lavezzi per una brutta reazione su Allegri contro cui sfodera una pallonata fortissima. Nasce un antipatico parapiglia e sull'azione seguente, quando riprende il gioco, il Napoli acciuffa il pareggio allo scadere con una botta di Bogliacino. La partita finisce 3-3 ed il pareggio probabilmente è il risultato più giusto.

TABELLINO FINALE
Cagliari-Napoli 3-3
MARCATORI: Lavezzi (N) al 22’ p.t; Pazienza (N) al 20’, Larrivey (C) al 30’, Matri (C) al 35’, Jeda (C) al 45’, Bogliacino (N) al 51’ s.t.

Formazioni:
CAGLIARI (4-3-1-2) Marchetti; Pisano (dal 22’ s.t. Dessena), Lopez, Canini, Agostini; Biondini, Parola, Lazzari; Cossu (dal 44’ s.t. Jeda); Matri, Nenè (dal 14’ s.t. Larrivey). PANCHINA Vigorito, Astori, Sivakov, Barone. ALLENATORE Allegri.
NAPOLI (3-4-2-1) De Sanctis; Grava, Cannavaro, Aronica; Maggio, Pazienza (dal 47’ s.t. Bogliacino), Gargano, Zuniga (dal 42’ s.t. Datolo); Hamsik, Lavezzi; Quagliarella (dal 37’ s.t. Denis). PANCHINA Gianello, Rullo, Cigarini, Pià. ALLENATORE Mazzarri.

ARBITRO Pierpaoli di Firenze
NOTE Espulso: Lavezzi al 49’ s.t. per comportamento antisportivo. Ammoniti: Aronica, Maggio, Pazienza e Zuniga, Lavezzi (N), Nenè, Matri (C).

TAGS:
Ultimo aggiornamento Domenica 13 Dicembre 2009 18:21
 

Aggiungi commento

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


Codice di sicurezza
Aggiorna