Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 

Diventa FAN su Facebook

Seleziona lingua

Login (abilitato solo sul forum)

Il login sul portale è momentaneamente disabilitato. Potete effettuare il login direttamente sul FORUM.



Per registrarti fai click qui.
CHIEVO CAGLIARI AFFIDATA A MAZZOLENI ICON_SEP Print ICON_SEP
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Il Cagliari
Written by   
Venerdì 03 Novembre 2006 20:53

 

IL COMMENTO ALLA STAGIONE ARBITRALE FINO ALLE NONA GIORNATA E L'ARBITRO DI DOMENICA ASSEGNATO PER CHIEVO VERONA - CAGLIARI

Siamo giunti oramai alla nona giornata di quello che è, o almeno avrebbe dovuto essere, il campionato italiano di calcio di serie A "del nuovo corso". Un ripulisti generale dei "vecchi luridi stracci" di cui fino ad ora si vestiva il nostro mondo pallonaro. Nove giornate dicevamo, ma sembra quasi che non sia successo niente: qualche personaggio coinvolto nelle vicende che conosciamo è stato messo in cantuccio, a riposo per un paio d'anni, quando invece avrebbe meritato la radiazione senza mezzi termini.... perchè? Organizzazioni interne al mondo del calcio che falliscono prima di essere giudicate dalle magistrature.... penalizzazioni che man mano si sono ridotte (e si ridurranno ancora?) ai minimi termini.... squalifiche molto più lievi rispetto alle richieste dei pm..... ecc. ecc... il classico finale all'italiana a tarallucci e vino...

...a proposito: e il gran burattinaio? L'abbiamo messo fuori gioco davvero? Mah.....

Il mondo arbitrale perde i vertici e perde anche quel personaggio che a fine processo risultava essere il deus ex-machina di tutta la organizzazione che secondo i giudici, pilotava i campionati... Ecco, proprio perchè è risultato essere il leader indiscusso dell'organizzazione che manovrava il calcio italiano, mi sarei aspettato una radiazione... invece come un incubo senza fine, rischiamo di trovarcelo nuovamente tra i piedi fra qualche anno.


L'ex dg juventino Luciano Moggi


L'essere diventati campioni del mondo ha fatto diventare tutti più buoni e ha messo il prosciutto negli occhi a chi avrebbe dovuto giudicare senza condizionamenti? Esattamente come successe nell'82 quando i radiati vennero amnistiati dopo la vittoria nel mondiale, cosi' nel 2006 un amnistia sottobanco, sia pur ritardataria, pare esserci stata....

E noi? Noi sempre lì sugli spalti, nonostante tutto e tutti.... perchè siamo gli unici ad amare il calcio nonostante leggi sempre più astruse che ti fanno passare la voglia di andare allo stadio e sostenere i colori che ami. Eppure "noi" siamo quelli che mandano avanti tutto il giocattolo; "noi" siamo quelli che rendiamo tutto veritiero... "noi" facciamo si che tutto diventi spettacolo.... e non ci guadagniamo niente... altre persone invece si... e tanto anche...

Ma torniamo agli arbitri.
Dicevamo del cambio vertice: Agnolin è una figura certamente di spessore nel mondo arbitrale. Dopo un periodo da dirigente di squadra, si cimenta di nuovo in quello stesso ambiente che lo ha visto protagonista per tanti anni. Questa volta però è un compito assai più difficile: raccogliere i cocci e ridare credibilità ad una classe arbitrale che nell'ultimo anno se l'è passata davvero male (vuoi per latente incapacità degli ufficiali di gara, vuoi per intromissioni esterne che ne minavano la serietà di comportamento). Fino ad ora non è che stia andando granchè bene, ma del resto con questo materiale umano a disposizione non è che si possano fare miracoli...


Il commissario per gli arbitri, Agnolin

I giovani bisogna portarli avanti visto che il ricambio generazionale è d'obbligo, ma è anche vero che chi sbaglia di continuo deve essere messo a meditare per un po'. E' inutile continuare a mandarlo in giro per l'italia a rovinare gli incontri e a falsare la classifica....
Parecchi personaggi poi, per raggiunti limiti d'età non arbitrano più (per qualcuno siamo davvero contenti!!); altri sono stati squalificati. Come logica conseguenza Agnolin si è trovato ad aver a che fare con un gruppo di giovani in larga maggioranza inesperta e non all'altezza della situazione... costretto a far fare loro subito le ossa, con partite di serie A e magari di una certa importanza.

A capeggiare questo gruppetto c'è il "top-class" Rosetti che, sia pur  reduce da un ottimo mondiale, non ha certo cominciato proprio bene quest'anno. Trefoloni, Messina e Farina idem... e se sbagliano i "top-class" figuratevi le nuove leve.... De Marco? Com'è possibile che continui a far danni? In Lazio-Cagliari ne ha combinate davvero di tutti i colori, non c'è bisogno che ricordi quello che ha fatto... tra l'altro ogni volta che arbitra i rossoblù è sempre protagonista in negativo... chissà perchè... sembra di assaggiare una minestra riscaldata.... E' stato fermato per il "canonico riposo" dopo Lazio-Cagliari e poi è stato ributtato nella mischia in B: ma quand'è che lo lasceranno fuori per mesi?
Tra l'altro pare sia uno dei papabili per la nomina ad internazionale.... auguri vivissimi alle nazionali che se lo troveranno davanti...
Tra gli altri arbitri che non hanno certo "brillato" citiamo sicuramente Rocchi, Tagliavento, Romeo.... senza dimenticare Marelli...
Vi ricordate Cagliari-Liivorno di quest'anno? Orrore....

Fra l'altro non dimentichiamo che sta per rientrare Gianluca Paparesta (il miglior arbitro italiano prima del temporale estivo) fermato da una squalifica per i fatti successi dopo un Reggina-Juventus di due campionati fa (e non per disonestà).

Una piccola curiosità che emerge da queste prime nove giornate: nessuno fra gli arbitri finora, ha superato le 5 partite dirette in Serie A. Si va infatti da un minimo di una a un massimo di 3-4 partite. E' evidente come Agnolin voglia far girare tutti i "membri" a disposizione in maniera equa, anche se ovviamente le partite di livello sono sempre appannaggio dei "top-class".

Domenica per Chievo-Casteddu ci sarà Paolo Mazzoleni, fratello di Mario Mazzoleni (l'arbitro che dopo Lazio-Cagliari dell'anno scorso finì, di fatto, fuori dai ranghi AIA). Gli assistenti saranno Rosi, Biasutto e il quarto ufficiale Zanardo.





Paolo Mazzoleni dirigerà
Chievo-Cagliari
domenica pomeriggio
al Bentegodi di Verona

L'ARBITRO DI DOMENICA PER CHIEVO - CAGLIARI

L'arbitro Paolo Mazzoleni nasce a bergamo il 12 giugno 1974 ed ha esordito in Serie A il 18-09-2005 in Lazio-Treviso 3-1. L'anno scorso ha totalizzato 7 presenze nella serie maggiore con 3 vittorie interne, una esterna e due pareggi. Sono 2 i rigori equamente distribuiti, una espulsione e 22 ammonizioni di cui 16 alle squadre in trasferta. Quest'anno invece ha arbitrato 3 volte con 2 vittorie esterne e un pari (c'è da sperare per domenica?). Un rigore per la squadra di casa, 15 ammonizioni ed una espulsione; sono quindi 5 gialli a partita per adesso. Con 110 falli fischiati ha una media di 36,67/partita e un voto minimo di 6,05. In tutte e tre le partite arbitrate ha preso la sufficienza; speriamo sia di buon auspicio per domenica dove dovrà arbitrare una partita non semplice. Il fischietto bergamasco pian piano si sta ritagliando il suo spazio all'interno dell'organigramma della CAN A-B, anche se per il momento non ha diretto ancora partite di "spessore". Quest'anno si sta comportando abbastanza discretametne, anche se c'è da dire che non è prorpio un "novizio" della massima serie. A maggior ragione possiamo sperare in un arbitraggio equo e il più possibile corretto, anche perchè se  vuol farsi largo tra i colleghi dovrà fornire prestazioni di livello...

 

Quindi, come consuetudine: un in bocca al lupo alla terna!




 

FORM_HEADER

Quellidelsito ti permette di commentare gli articoli ed esprimere il tuo pensiero. Fallo sempre nel pieno rispetto delle opinioni altrui, senza insultare nessuno. I commenti contrari alla politica di questo sito non saranno pubblicati ovvero saranno censurati o rimossi


FORM_CAPTCHA
FORM_CAPTCHA_REFRESH